NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.toassociati.org (“Sito”) gestito e operato dalla società Tour Operator Associati S.r.l.

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Termosabina Srl utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Tour Operator Associati S.r.l. non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Tour Operator Associati S.r.l. a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Tour Operator Associati S.r.l. si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.


Cookies essenziali:

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale
Provenienza Tour Operator Associati S.r.l.
Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata Cookie persistente
   
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Tour Operator Associati S.r.l.
Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
   
3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
Provenienza Tour Operator Associati S.r.l.
Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Tour Operator Associati S.r.l.

Italian English
Iran: Fino al Deserto di Lut
  • Valido fino: 31 Dicembre 17
  • A partire da €: 2.950
  • Tipologia: Individuali con servizi privati
Iran: Fino al Deserto di Lut

Siamo nel 1300 e così si racconta:
"Abu Sa'id, re della Persia, aveva solo dodici anni quando salì al trono. È la più splendida creatura di Dio per la figura e i lineamenti del viso che non ha barba sulle guance. Tollerante e devoto è anche un uomo illustre e coraggioso, generoso e di carattere allegro. Durante le cerimonie ogni amir si fa avanti, saluta il re e torna al proprio posto; poi ciambellani e cerimonieri si mettono davanti al re, seguiti dai suonatori. Sono circa cento uomini, che indossano ricche tuniche, e dietro di loro si fa avanti lentamente il corteo del sultano."

Questo itinerario si sviluppa nel cuore della cultura e della storia di questo magnifico territorio. Alcuni lunghi spostamenti sono un po' faticosi ma interessanti per le visite ed il paesaggio che si attraversa. Si incontra una natura mutevole, altipiani con magnifici panorami, rocce luminose e grandiose, steppe, deserti e improvvisamente appaiono acqua corrente e giardini colmi di alberi. La luce, lo spazio e i colori scorrono ad ondate. Tenendo conto che l'Iran è un paese caratterizzato da una fortissima fede islamica ricordiamo che è necessario adeguarsi agli usi e costumi locali nel rispetto delle regole e delle abitudini. Ricordiamo soprattutto alle donne che devono rimanere sempre col capo coperto.

 

In sintesi

Teheran, Kerman, Yazd, Shiraz, Isfahan
Viaggio individuale con servizi privati
Partenze fino al 31 dicembre 2017
11 notti
Voli internazionali non inclusi

Itinerario

1° giorno, TEHERAN - arrivo
Arrivo ed immediato trasferimento in hotel. Pernottamento.

2° giorno, TEHERAN / KERMAN
Prima colazione e visita della capitale i cui musei sono veramente considerevoli. In particolare si visitano il Museo Nazionale ricco di una vasta collezione di oggetti e testimonianze delle civiltà achemenide, sasanide e islamica, il museo dei tappeti, il museo del vetro e della ceramica in una bella costruzione di epoca cagiara.

Quello che colpisce subito della capitale è il suo aspetto poco orientale, dovuto al fatto che Teheran è una città relativamente giovane in contrapposizione ad un impero dalle tradizioni così antiche. La città, assumendosi la funzione di guida del Paese, si è trasformata in pochi decenni da un grosso villaggio in una metropoli moderna, intricata, caotica, particolarmente inquinata e con una densità di popolazione elevatissima. Qui sono avvenuti i grandi cambiamenti e qui si rappresenta il Paese sotto gli aspetti ideologico, culturale, amministrativo e politico. Il suo ingresso nella storia avvenne nel XIII secolo con l'invasione dell'Afganistan e dell'Iran da parte delle orde del conquistatore mongolo Gengis Khan. La città, situata lungo il percorso della via carovaniera che attraversava il paese da nord a sud, cominciò ad acquistare man mano importanza come luogo di sosta e ristoro per i mercanti ed i loro seguiti fino ad essere prescelta quale capitale dello stato della dinastia dei Cagiari che l'arricchirono di viali, giardini e palazzi.

Note: Tutti i musei sono chiusi il lunedì ad eccezione del Palazzo Golestan e del Museo dei Gioielli. Il Palazzo Golestan è chiuso la domenica. Il Museo dei Gioielli è chiuso il mercoledì, il giovedì, il venerdì e nei giorni di festa.

Seconda colazione. In tempo utile trasferimento in aeroporto e partenza per Kerman. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

3° giorno, KERMAN (RAYEN / MAHAN)
Prima colazione. Partenza verso sud per Rayen, (distante circa 100 Km), una splendida cittadella, simile a Bam (seriamente danneggiata nel terremoto del dicembre 2003). La cittadella circondata da mura con sedici possenti torri, sempre abitata fino al XIX, è di epoca sasanide e copre una superficie di circa 4 ettari. La città è divisa in quartieri dove si trovano le costruzioni abitative ed il bazar. Esplorare la città è un'esperienza alquanto interessante. Seconda colazione in corso di visita. Nel pomeriggio proseguimento per Mahan, sulla via del rientro a Kerman.
Colpisce immediatamente l'attenzione la cupola azzurra del mausoleo di Nur-ed-Din-Nimat
Allah (16º secolo), poeta, mistico e teologo dei dervisci. Sosta presso i Giardini del Principe. Percorrendo altri 70 km arrivo a Kerman. Cena e pernottamento.

4° giorno, KERMAN (SHAHDAD)
Pensione completa. Intero giorno dedicato al completamento delle visite. In particolare visita delle cosiddette cattedrali nel deserto. Siamo nella storica satrapia della Carmania (XIV satrapia dell'impero di Alessandro) ai margini del deserto di Lut, considerato fra i più aridi e caldi del mondo. Il paesaggio desertico per quanto inospitale, appare ricco di suggestioni richiamando alla mente la vita semplice dei nomadi del luogo.

5° giorno, KERMAN / YAZD
Prima colazione e partenza per Yazd percorrendo circa 387 km attraverso un bel territorio tra il deserto di Lut e i monti Rud cosparso di piantagioni di pistacchi, datteri, cereali e agrumi. Arrivo a Yazd, antico e importante centro zoroastriano e seconda colazione. Yazd era una importante tappa lungo la carovaniera percorsa dai mercanti che esportavano sete e tappeti. Fu visitata da Marco Polo nel 1272 che la descrisse splendente di moschee e roccaforte dei seguaci del culto di Zaratustra. Yazd è ricca di monumenti del periodo selgiuchide e mongolo (XII – XIV secolo), di abitazioni dalla particolare architettura con caratteristiche torri di aerazione o "badgir".
Nel pomeriggio visita della moschea del Venerdì, del tempio del Fuoco e di alcuni mausolei. Visita delle "torri del silenzio" sulle colline a sud di Yazd.
Cena e pernottamento.

6° giorno, YAZD / PASARGADE / SHIRAZ
Prima colazione e partenza per la visita di Pasargade, luogo che fu scelto da Ciro il Grande per costruirvi la sua capitale in ricordo della vittoria qui riportata su Astiage re dei Medi. Pasargade non rimase per lungo tempo sede del trono achemenide poiché alla morte di Cambise II, successore di Dario, la capitale primaverile fu spostata da Pasargade a Persepoli. I monumenti di Pasargade occupano una superficie molto ampia. La tomba di Ciro è particolarmente interessante ed emblematica: una camera funeraria fatta di enormi blocchi di pietra con frontone triangolare che si eleva su un basamento con sei gradoni arretrati. Prima di essere profanata, la camera sepolcrale era chiusa da una porta di pietra e, a quanto si dice, le spoglie di Ciro riposavano in un sarcofago d'oro. Il luogo è splendido e la luce magica: è facile indovinare il profondo rispetto provato da Alessandro Magno quando si trovò davanti a questi monumenti. Seconda colazione in ristorante locale. Proseguimento alla volta di Shiraz. Cena e pernottamento.

7° giorno, SHIRAZ (PERSEPOLI E NAQCH E RUSTAM)
Prima colazione e partenza per la visita di Persepoli che si trova a circa 60 km da Shiraz.

Al tempo degli Achemenidi Persepoli doveva servire a dare una grandiosa immagine dell'impero. È qui infatti che principi e governatori venivano a rendere omaggio al re dei re, portandogli i loro doni in segno di buon auspicio. Questa consuetudine, ripetuta ogni anno, non era una semplice esazione di tributi, ma era soprattutto l'opportunità per dar vita a cerimonie e festeggiamenti, per i quali Dario (521-486), che estese il dominio dei Persiani fino ai confini dell'India, volle un palcoscenico pari al suo prestigio. Gli artisti impegnati nella costruzione degli splendidi edifici della città venivano dai più lontani confini imperiali, tanto che la fama del fasto e delle grandiosità persiane giunse a rappresentare, soprattutto per i Greci di Alessandro che poi distrussero la città, il simbolo di lusso più grandioso del mondo. Esaminando i bassorilievi del palazzo di Persepoli ed osservando gli antichi costumi ancora in uso presso le tribù della regione, gli archeologi hanno potuto ricostruire quale poteva essere lo svolgimento delle sontuose feste organizzate in quei tempi lontani. Un'amplissima scalinata dava l'accesso all'unica porta della città, costruita da Serse, che le aveva dato il nome di "Porta di tutti i Popoli". I visitatori stranieri, oltrepassati i tori alati androcefali in pietra che, secondo lo stile assiro, proteggevano la porta, si trovavano di fronte ad una immensa spianata sulla quale si innalzavano, orientate verso sud, due grandiose sale ipostile dette "la sala delle udienze" e "la sala delle 100 colonne". Quest'ultima fu edificata come la sala d'onore dell'esercito, luogo di riunione dei cosiddetti "immortali". Nella zona meridionale della grande spianata una maestosa scalinata conduceva alle residenze reali (palazzo residenziale di Dario I, residenza di Serse, sale del consiglio, harem, magazzino ed armerie reali). L'eredità achemenide, sotto altre forme, viene riaffermata come abbiamo detto anche fisicamente dall'impero sasanide che difenderà i lasciti dell'antichità fino all'assalto ed alla vittoria dell'Islam. La dinastia sasanide (226-640 d.C.) ebbe grandissima importanza politica, culturale e religiosa nella storia del Paese. Fu fiera avversaria di Roma e poi di Bisanzio, impose lo zoroastrismo nell'interno, perseguitò cristiani e manichei, promosse un'intensa attività culturale e diede allo stato una salda struttura amministrativa e sociale. Ma quando finalmente la pace conclusa tra Eraclio, imperatore d'Oriente, e i successori di Cosroe II pose fine all'ultima lotta, le due potenze, la sasanide e la bizantina, erano così spossate che non riuscirono ad opporsi alla conquista araba.

Quindi sosta per la vista delle necropoli di Naqch e Rustam e Napch e Rajab.

Qui i successori di Ciro preferirono scavare le loro tombe, forse tentando di imitare gli ipogei egiziani, riducendo lo spazio interno agli elementi più essenziali che sono un vestibolo ed una sala non decorata. In contrapposizione arricchirono la parete rocciosa esterna con rilievi monumentali eseguiti ad una certa altezza da terra. Al di sotto di questa necropoli achemenide si vedono otto rilievi rupestri che celebrano la gloria dell'impero sasanide. Il più famoso ed interessante di questi rilievi è quello che mostra la scena dell'investitura di Ardashir I (224-241), fondatore della dinastia e sovrano di un impero che si estendeva dall'Eufrate fino all'Afganistan. Le cerimonie religiose che un tempo si svolgevano in questa località sono rievocate da due altari del fuoco di epoca sasanide a forma piramidale e dal tempio del fuoco (Kabah-i-zardust) situato di fronte alle tombe achemenidi della stessa epoca.

Dopo la seconda colazione rientro a Shiraz. Nel pomeriggio visita dei mausolei di Hafez l'ermetico poeta sufi e Saadi, il grande viaggiatore. La città è stata cantata da questi sommi poeti come oasi delle rose, del vino e degli usignoli. Shiraz è dunque anche meta di pellegrinaggi perché in oriente gli uomini di grande cultura sono sempre venerati. Cena e pernottamento.

8° giorno, SHIRAZ / ISFAHAN (483 km)
Prima colazione e proseguimento per Isfahan, per molti la città più bella del mondo. Lungo il percorso sosta per la visita del complesso archeologico di Izadkhast con interessanti resti di un castello, un caravanserraglio e un ponte safavide. Il complesso è patrimonio Unesco. Seconda colazione in corso di viaggio. Arrivo ad Isfahan in serata. Cena e pernottamento.

9°/10° giorno, ISFAHAN
Pensione completa. Due giorni dedicati alla visita della città.

Isfahan, nel 600 fu una tra le più brillanti capitali dell'Oriente e veniva chiamata con l'appellativo "l'altra metà del mondo". La grande piazza centrale della città (ora piazza dell'Imam) è veramente suggestiva col suo sfondo di cupole e minareti, colonne ed arcate che ormai da più di quattro secoli si compongono in un quadro unitario. Sulla piazza si affaccia la moschea dell'Imam. È il primo monumento commissionato dallo Scià Abbas, una delle più imponenti e compiute realizzazioni dell'arte safavide. Su un altro lato della piazza si affaccia invece l'elegante e slanciata moschea Loftollah. Di fronte a questa moschea si trova il palazzo Ali Qapu (porta alta) che una volta rappresentava il monumentale accesso ai palazzi reali. La grande terrazza serviva un tempo da loggia reale e da questo eccelso punto di osservazione lo Scià seguiva insieme ai suoi ospiti gli spettacoli che avevano luogo nella piazza. La sala della musica, all'interno del palazzo, colpisce per la straordinaria decorazione delle pareti e della volta, con intarsi raffiguranti bottiglie, flaconi e strumenti musicali che non solo avevano valore ornamentale ma dovevano sicuramente servire a migliorarne l'acustica. Poco distante dalla grandiosa piazza si trova il palazzo Chehel Sotun o delle 40 colonne. Nel porticato le venti colonne si riflettono perfettamente nel bacino del parco, tanto che le colonne sembrano essere effettivamente 40. Ricordiamo che il numero 40 ha in tutta l'Asia islamica un valore simbolico ed è considerato un numero fortunato. Ed ancora la moschea del Venerdì è considerato il più venerabile monumento di Isfahan. La pertinenza tecnica e la temerarietà degli architetti selgiuchidi è chiaramente dimostrata dal fatto che la pianta quadrata della sala diviene circolare in alto con 16 archi che sorreggono la copertura. Gli architetti sperimentarono soluzioni audaci e, facendo tesoro degli errori passati, riuscirono a costruire già nel XII secolo una cupola così perfetta da non essere di nuovo eguagliata, se non nel XVIII secolo grazie al progresso delle scienze matematiche. La visita del bazar è molto interessante soprattutto nella zona degli artigiani, nella quale si ha modo di assistere alla lavorazione di argenti, rami, intarsi, babbucce e tappeti, con un'abilità ed una maestria di cui in occidente si è perso il ricordo. Persi tra le moschee azzurre, in un turbinio di polvere, di fronte alle trame inaspettate dei tappeti, uno più bello dell'altro, avvolti da un'intimità che si credeva impossibile, si resta davvero intrappolati da un'autentica passione per questo Paese. Isfahan è una delle città più antiche del mondo. La storia ci racconta che essa era meta di tutte le carovane dei mercanti che provenivano dall'interno dell'Asia, cariche dei doni più raffinati e che tre secoli fa, per volontà di Scià Abbas, rifiorì a nuova vita grazie ad una tribù di Armeni del nord che si stabilì sulla riva del fiume. Fu grazie alla loro intraprendenza che ben presto Isfahan fu abbellita con magnifici palazzi, dimore lussuose, moschee splendide. Scià Abbas fece ciò che la natura non aveva fatto allargando il letto del fiume e costruendo canali che attraversavano la città. Isfahan divenne così centro culturale ed artistico di prima grandezza, in contatto con l'Europa e con l'Asia.

11° giorno, ISFAHAN / KASHAN / TEHERAN
Prima colazione e partenza per Teheran (circa 450 km). Sosta per la visita dell'oasi di Kashan, ai margini dell'esercito iranico. Kashan è la patria dei tappeti e dei kashi, famose mattonelle di ceramica di cui oggi si vedono pochissimi esemplari. Tra i monumenti è interessante vedere, nel mezzo del bazar, la Masjid-i-Maidan-Fays, una moschea a quattro iwan di epoca timuride. Nessuno può dubitare della predilezione dello Scià Abbas per Kashan: la sua tomba è custodita nel mausoleo di Habit ibn Moussi. Tuttavia della splendida tenuta del grande re safavide, descritta con ammirazione dai viaggiatori del tempo, rimangono oggi solo i cipressi secolari ed i canali dove scorrono le acque della sorgente del fiume Fin. Sono visibili le case tradizionali dei mercanti, coi loro bei giardini interni e la piacevole architettura: tra queste visiteremo la casa del mercante Brujerdi. Seconda colazione in corso di visita. Quindi proseguimento per Teheran in tempo per la cena ed il pernottamento.

12° giorno, TEHERAN - partenza
In tempo utile trasferimento in aeroporto per la partenza.


Note
Il Museo Archeologico (Museo nazionale di Teheran), il Museo del Vetro, il Museo dei Tappeti e i Palazzi Sa'ad Abad e Niyavaran sono chiusi il lunedì.
Il Museo dei Gioielli di Teheran è aperto dal sabato al martedì dalle ore 14:00 alle 16:00
Il Palazzo Golestan di Teheran è chiuso la domenica.
In generale i Musei in tutte le città sono chiusi il lunedì.
I Bazar sono chiusi il venerdì.




Hotels previsti di categoria Standard 


Condizioni individuali di partecipazione
Quota base in doppia
Minimo 2 persone € 3.750,00
Minimo 4 persone € 2.950,00
Supplemento camera singola € 670,00

Supplemento hotel Superior € 110,00

Iscrizione/Assicurazione Medico-Bagaglio (rimborso spese mediche fino a € 10.000) € 85,00

Assicurazioni facoltative per Annullamento Viaggio secondo tabella allegata.

Visto Iran da € 100,00 (di cui 25 da pagarsi all'arrivo)

La quota base comprende
Voli interni, hotels, trasferimenti e sistemazioni come da programma, trattamento di pensione completa, guide locali parlanti italiano, assicurazione inter-assistance, documentazione e set da viaggio.

La quota base non comprende
Viaggio aereo internazionale, pasti non menzionati, bevande, mance, tasse aeroportuali, spese personali e quanto altro non indicato nella quota comprende.

Documenti
Per effettuare questo viaggio occorre il passaporto valido per almeno sei mesi dalla data di inizio del viaggio.

Contattaci per avere informazioni su questo viaggio

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.

captcha
 
Italian English Spanish